I falsi miti sul colesterolo

BurroNonostante si parli da anni di colesterolo, alcuni falsi miti sono ancora in circolazione: evidentemente serve maggiore informazione sull'argomento. O meglio, l'informazione c'è, ma bisogna ancora trovare il modo di raggiungere i destinatari con efficacia.

Ecco la nostra top ten!

1. Il colesterolo è una malattia

Falso, non ha senso dire "ho il colesterolo". Casomai si può dire "ho il colesterolo alto", ma rimane sempre un'affermazione generica priva di ogni significato dal punto di vista medico fino a quando non si specifica il valore e, soprattutto, se non si specificano i valori del colesterolo LDL (quello cosiddetto "cattivo") e del colesterolo HDL (quello "buono").

2. Il colesterolo è un veleno

Falso, il colesterolo è una sostanza fondamentale per la nostra vita. Quando non lo assumiamo attraverso gli alimenti, il nostro corpo lo "fabbrica" perché ne ha bisogno. Solo quando è in eccesso, in alcuni casi, può essere un problema per la salute.

3. L'uovo è l'alimento che contiene più colesterolo

Falso, il cervello è l'alimento più ricco di colesterolo (vedi la tabella completa) e contiene circa il triplo del colesterolo rispetto al tuorlo (cioè il rosso dell'uovo). Inoltre, bisogna considerare che l'albume (cioè il bianco dell'uovo) non contiene affatto colesterolo e rappresenta circa il 65% del peso dell'uovo intero (stiamo parlando di uova di gallina, ovviamente). Ecco perché l'uovo intero si trova un pochino più in basso nella classifica. 

4. Per abbassare il colesterolo basta evitare uova e carne

Falso, il colesterolo alimentare non è l'unica fonte di colesterolo per gli esseri umani (e nemmeno la più importante). Infatti, il nostro corpo è in grado di sintetizzare internamente tutto il colesterolo di cui ha bisogno. Se non fosse così, i vegetariani (per essere più precisi i vegani, cioè coloro che non mangiano nemmeno latte e uova), non potrebbero sopravvivere.

5. Non ci posso fare nulla, è familiare

Potrebbe anche essere vero, ma prima dovresti rispondere a queste domande:

In altre parole, dalla tua famiglia, più che una predisposizione al colesterolo alto, potresti aver "ereditato" uno stile di vita errato. In ogni caso, la diagnosi di ipercolesterolemia familiare deve essere fatta dal medico e non dal paziente.

6. Il colesterolo alto fa male

Solo in parte è vero. Non bisogna limitarsi alla valutazione del solo colesterolo totale: se ad essere alto è il colesterolo buono (HDL) allora va tutto bene. Se è quello cattivo (LDL), allora è meglio correre ai ripari.

7. Il colesterolo è l'unico nemico delle arterie

Falso, insieme al colesterolo agiscono diversi altri fattori di rischio, tra i quali troviamo l'ipertensione (pressione alta), il fumo di sigaretta, la sedentarietà e il sovrappeso.

8. I grassi saturi sono i peggiori

Falso, i grassi saturi come quelli del burro sono stati demonizzati per tutto il secolo scorso a favore delle margarine vegetali. Poi si è scoperto che i grassi trans (idrogenati) presenti nelle margarine sono il vero nemico per la nostra salute, dei veri e propri veleni.

Mentre i grassi idrogenati causano un aumento del colesterolo cattivo e una diminuzione di quello buono, quelli saturi causano un aumento di entrambi, per cui non sono un grave pericolo per le nostre arterie.

Inoltre i grassi saturi sono un nutriente di cui il nostro corpo ha bisogno. Ovviamente non bisogna esagerare (anche l'acqua, in dosi eccessive, può uccidere), ma bisogna assumerli nelle quantità consigliate (circa il 10% del fabbisogno calorico dovrebbe essere soddisfatto dai grassi saturi). 

9. I grassi vegetali sono migliori di quelli animali

Falso, vedere sopra il discorso sui grassi saturi! Inoltre, non tutti i grassi animali sono saturi: ad esempio il salmone contiene in prevalenza grassi animali polinsaturi. D'altra parte, non tutti gli oli vegetali sono insaturi: ad esempio l'olio di cocco contiene più dell'85% di grassi saturi.

10. Il colesterolo cattivo è... cattivo

Almeno questa sarà vera? No, niente di più falso! Senza il colesterolo "cattivo" non potremmo vivere perché è indispensabile per trasportare il colesterolo alle cellule che ne hanno bisogno. Solo un suo eccesso è cattivo, ma questo non lo rende un nemico: tutte le sostanze presenti nel sangue (molte delle quali sono indispensabili per la vita) diventano "cattive" oltre una certa soglia o se non rispettano le giuste proporzioni con altre sostanze.

Indicazioni mediche

Le informazioni pubblicate su Dietabit.it hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.