Abbassare il colesterolo LDL

Link sponsorizzati

Quando si leggono le analisi del sangue e si scopre che il colesterolo è alto, in generale, la prima cosa da fare è di verificare i dettagli del colesterolo HDL (quello buono) e del colesterolo LDL (quello cattivo). Sappiamo infatti che i due tipi di colesterolo contribuiscono in modo differente alla salute delle nostre arterie. Per chi non avesse le idee molto chiare su questi argomenti consigliamo d leggere l'articolo di introduzione al colesterolo.

Quando il colesterolo totale è sopra i valori di riferimento, infatti, non sempre è necessario intervenire: a volte il colesterolo LDL rientra nei valori di normalità, mentre quello HDL (cioè quello buono) è più alto della media. In questi casi, non rari tra gli atleti, il medico potrebbe consigliare di non fare nulla, poiché abbassare il colesterolo totale a scapito di quello buono servirebbe solo ad aumentare il rischio cardiovascolare.

I valori di riferimento

I valori di riferimento del colesterolo LDL, in relazione al rischio cardiovascolare, sono i seguenti:

Se l'obiettivo concordato con il medico (mai prendere decisioni di questo tipo da soli) è di diminuire il colesterolo LDL, bisognerà intervenire con decisione su diversi fattori, senza dimenticare di tenere sotto controllo anche il colesterolo HDL. Quest'ultimo dovrebbe rimanere il più alto possibile, in modo che l'indice di rischio TOT/HDL (cioè colesterolo totale diviso colesterolo HDL) sia il minore possibile. Più l'indice è basso e minore è il rischio cardiovascolare: per maggiori informazioni consigliamo di leggere l'articolo su come gestire il colesterolo.

Cosa fare per abbassarlo

Innanzitutto il medico dovrà capire qual è la causa del colesterolo alto: potrebbe trattarsi di un problema familiare, a volte da trattare con i farmaci, o semplicemente di uno stile di vita errato. Il secondo caso è quello più frequente e ad esso si riferiscono i consigli che seguono.

Alimentazione equilibrata

Con alimentazione equilibrata si intende:

Inutile andare a cercare combinazioni matematiche complicate sul rapporto tra omega-3 e omega-6 o cose del genere, in quanto dal punto di vista pratico è già difficile, soprattutto per chi non si interessa di educazione alimentare, mantenere una dieta equilibrata come descritto nei tre punti qui sopra.

Limitare l'assunzione di alimenti contenenti colesterolo può aiutare, ma bisogna tenere presente che una limitazione del colesterolo alimentare provoca un incremento di quello generato internamente. L'entità della risposta è variabile tra la popolazione, e di conseguenza lo è anche l'efficacia di questo intervento. 

Gli yogurt per il colesterolo

Fortunatamente, gli yogurt per abbassare il colesterolo sono piuttosto efficaci (almeno per alcuni soggetti) e rispetto al passato permettono di intervenire rapidamente limitando il ricorso ai farmaci solo ai casi più gravi e spesso permettendo di ridurne le dosi. Bisogna però ricordare il loro principale problema: l'effetto non è duraturo. Quando si smette di assumerli, se non si interviene sullo stile di vita, il colesterolo LDL torna velocemente a salire.

Eliminare il sovrappeso

La riduzione del sovrappeso è generalmente associata ad un abbassamento del colesterolo. Il medico dovrà indicare la strada migliore per raggiungere il peso forma tenendo conto dello stato di salute complessivo del paziente. In generale, una dieta leggermente ipocalorica e l'esercizio fisico regolare permettono di perdere peso e di migliorare la salute. 

Eseguire esercizio fisico regolarmente

Abbandonare le abitudini sedentarie e iniziare a praticare uno sport è doppiamente efficace:

Eseguire le analisi periodicamente

Una volta che il colesterolo sarà sceso a valori normali, non bisognerà far passare troppo tempo tra un controllo e il successivo. Lievi oscillazioni dei valori sono normali, ma se si nota che la tendenza è al rialzo bisogna intervenire subito: meglio qualche piccolo "aggiustamento" ogni tanto che una dieta ferrea da seguire una volta all'anno.

Indicazioni mediche

Le informazioni pubblicate su Dietabit.it hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.