Completata la tabella per principianti... e adesso?

Buon giorno sono G. Carlo,

ho quasi terminato il vostro programma di corsa... e adesso... come posso continuare?

Ho 37 anni e peso 75 kg e vorrei continuare a correre...

Buongiorno G. Carlo,

innanzitutto complimenti! Se sta terminando il programma per iniziare a correre in questo periodo, vuol dire che non si è fatto scoraggiare dall'inverno come purtroppo accade a molti.

E adesso? Adesso viene il bello! Può decidere liberamente che tipo di runner preferisce essere. Può continuare a correre un'oretta a giorni alterni, per il semplice piacere di sentirsi bene e di migliorare la sua salute. Oppure potrebbe diventare un runner e dedicarsi all'agonismo: anche senza particolari ambizioni, le piccole sfide tra compagni di allenamento possono essere utili a tenere viva la passione per la corsa e continuare a praticarla tutta la vita. In quest'ultimo caso le consiglierei di continuare a correre "tranquillo" per altri sei mesi prima di dedicarsi alle gare.

In ogni caso, il mio consiglio è quello di iniziare a misurare la sua prestazione: lo scopo non deve essere quello di migliorare ad ogni uscita (porterebbe inevitabilmente all'infortunio), ma quello di prendere coscienza delle sue doti di velocità e resistenza e verificare come queste migliorino con il tempo se si è costanti negli allenamenti.

Una volta che si è abituati a correre (sempre lentamente) regolarmente un'ora di fila, si può iniziare a variare il tipo di allenamento iniziando a inserire, con estreme gradualità , degli allenamenti un po' più veloci.

Il tipo di allenamento migliore, quando si è ancora "principianti", è la corsa lenta con variazioni di ritmo. In pratica si corre lentamente, come durante il programma per iniziare, ma via via si inseriscono (senza regole particolari da rispettare) variazioni di ritmo durante le quali si corre leggermente più veloce. Il tutto può essere deciso "così come viene" durante la corsa, sia la lunghezza del tratto più veloce, sia la velocità stessa, facendo in modo che le sensazioni siano positive e non siano di fatica eccessiva.

Il fisico si abituerà gradualmente ai ritmi un po' più veloci e con il tempo il ritmo base (quello che a sensazione consideriamo "lento") diventerà via via più veloce.

Un consiglio importante: anche se non si ha intenzione di partecipare a competizioni, è consigliabile comunque sostenere una visita medica di idoneità sportiva agonistica. Con poche decine di euro e meno di un'ora di tempo si avrà la certezza di essere nelle condizioni idonee a correre serenamente senza mettere a rischio la propria vita.

Indicazioni mediche

Le informazioni pubblicate su Dietabit.it hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.