Vitamina B7 (biotina)

La biotina, indicata anche come vitamina B7, è una vitamina idrosolubile del gruppo B utilizzata come coenzima in diverse reazioni chimiche (chiamate carbossilasi) riguardanti, ad esempio, la sintesi degli acidi grassi, la sintesi di glucosio (gluconeogenesi) e il metabolismo degli aminoacidi ramificati.

L'uomo non è in grado di sintetizzare la vitamina B7 autonomamente, e la deve perciò assumere attraverso la dieta. La biotina è molto diffusa tra gli alimenti comuni come la carne la frutta le verdure, il latte i formaggi e le uova. La biotina si lega ad una proteina, l'avidina, presente nell'albume dell'uovo: bisogna perciò prestare attenzione perché un consumo eccessivo di albume crudo potrebbe rendere indisponibile la biotina assunta con l'alimentazione.

Carenza

L carenza di biotina è piuttosto rara in è una vitamina molto diffusa tra gli alimenti, il fabbisogno dell'organismo è molto basso e, inoltre, gran parte della biotina viene "riciclata" dopo l'utilizzo. I sintomi principali di carenza di vitamina B7 sono desquamazioni della pelle, ipoglicemia e acidosi.

Tossicità

Non sono noti effetti tossici della biotina, anche se assunta ad alte dosi.

RDA

In Italia, la quantità di biotina consigliata è di 0,15 mg al giorno.

Indicazioni mediche

Le informazioni pubblicate su Dietabit.it hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.