La ciliegia

I tipi di ciliegie che solitamente si mangiano sono due: la classica ciliegia dolce e l'amarena (più aspra e acidula). Quest'ultima viene più spesso utilizzata per cucinare e per produrre, con il suo succo, uno sciroppo utilizzato come bevanda o come base per la preparazione di dolci e gelati.

Le ciliegie dolci vengono di solito consumate fresche, ma si usa anche conservarle sotto spirito o utilizzarle per la preparazione di marmellate e di liquori, come ad esempio il maraschino.

Le varietà

Le ciliegie sono coltivate in Europa, Asia occidentale e America. In Italia le varietà maggiormente diffuse sono le Burlat e Moreau (tra le prime a maturare), Giorgia, Van, Durone Nero, Ferrovia (la più apprezzata in Italia) e Lapins. Per approfondimenti sulle caratteristiche e sui periodi di maturazione delle ultime varietà introdotte, consigliamo di leggere la seguente pubblicazione sulle nuove varietà di ciliegie.

Cestino con ciliegieLa stagione di raccolta della ciliegia è piuttosto breve e va, in Italia, all'incirca da maggio a luglio (ogni anno si sperimentano nuove varietà per cercare di prolungare il più possibile il periodo di raccolta). Una curiosità, in Australia è tipico mangiare le ciliegie nel periodo natalizio (nell'emisfero opposto al nostro a Natale inizia l'estate).

Ciliegia e dieta

Chi segue una dieta ipocalorica può consumare le ciliegie più volte al giorno: come quasi tutta la frutta, la ciliegia è saziante e ipocalorica ed inoltre è ricca di vitamine e di antiossidanti (non è però il caso di amplificare a dismisura gli effetti benefici di alcune sostanze presenti nelle ciliegie, come ad esempio i flavonoidi, spingendosi fino a paragonare la ciliegia ad un potente farmaco antinfiammatorio).

Valori nutrizionali

Alimento Carboidrati Proteine Grassi Calorie % kcal C-P-G
Ciliegia 9,0 1,0 0,1 41 88-10-2

Indicazioni mediche

Le informazioni pubblicate su Dietabit.it hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.