La banana

La banana nasce da una grande pianta erbacea chiamata banano, originaria dell'Asia sud-orientale, ma ampiamente coltivata in tutte le regioni tropicali. È uno dei cibi più consumati al mondo e viene importata principalmente da Ecuador, Filippine, Costa Rica e Colombia.

Le banane variano in dimensione e colore secondo la varietà: la maggior parte diventano gialle quando sono mature, ma alcune diventano rosse o viola.

Uno dei pregi di questo frutto è che si trova fresco durante tutto l'anno: viene esportato ancora verde e fatto maturare in speciali stanze nel paese di destinazione.

Le banane sono una preziosa fonte di vitamina A, vitamina C e potassio. Possono essere mangiate crude o cotte (ad esempio essiccate a fettine e poi fritte). Sono anche utilizzate per la preparazione di gustosi gelati o, tagliate a fette, per la preparazione di dolci e macedonie.

La banana viene spesso utilizzata come spuntino fuori casa, grazie al fatto che può essere sbucciata molto facilmente e può essere mangiata senza alcun rischio di sporcarsi le mani e i vestiti.

Banana e dieta

Banana a fetteLa banana contiene molti carboidrati ed è perciò uno dei frutti più calorici. Bisogna però considerare che è anche molto saziante, quindi può essere inserita tranquillamente come spuntino anche in una dieta ipocalorica.

La dieta "delle banane"

Negli anni si sono diffuse (e poi sono naturalmente sparite) diverse diete dimagranti basate sul consumo di banane. L'ultima di queste è la Morning Banana, una dieta/non dieta destinata a fallire come tutte quelle che l'hanno preceduta.

Curiosità

Valori nutrizionali

Alimento Carboidrati Proteine Grassi Calorie % kcal C-P-G
Banana 14,5 1,1 0,3 65 89-7-4

Indicazioni mediche

Le informazioni pubblicate su Dietabit.it hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.